19. lug, 2017

Oggi Stefania ci racconta la sua esperienza con Ho'oponopono nella quotidianità.

Qua di seguito un pezzo tratto dal mio libro “Sorprenditi”, che mi ha toccata profondamente. E’ stato uno dei più bei miracoli che mi siano capitati utilizzando Ho’oponopono e continuando a leggere capirete il perchè di questo. Sono entusiasta di aver conosciuto questo meraviglioso sistema di guarigione e di poterlo condividere con tutti voi. E’ incredibile vedere come i miracoli accadono quotidianamente praticando Ho’oponopono, ma la cosa più bella è stare a guardare come anche la vita delle persone accanto a te migliora via via e di come si sentono molto più libere di poter esprimere la loro creatività.

Imparare a consocere se stessi e a capire quanto siamo importanti per me è la parte più bella del perscorso, ed ognuno di voi può farlo perchè ne siete assolutamente in grado!

 

Ricordo tempo fa che, parlando a telefono con una mia amica, questa mi ha detto che aveva

un grosso problema: il ciclo non le veniva da diversi mesi. Mi ha raccontato inoltre che aveva fatto una visita dalla ginecologa e il referto parlava anche di un problema alle ovaie. Era un periodo molto stressante per lei, cercava un lavoro da tanto tempo ma la situazione pareva più complicata del previsto. La prima cosa che ho fatto dopo la telefonata è stato cercare di capire cosa ci fosse dentro di me che aveva contribuito a creare quel problema e ho iniziato a praticare il mantra di Ho’oponopono.

Ovviamente a lei non ho detto niente, soprattutto perché non ha mai creduto in queste

cose e magari avrebbe anche pensato che non fossi tanto centrata!

Comunque, la ginecologa le ha detto che le avrebbe fatto fare una cura. Sapevo che Ho’oponopono avrebbe potuto funzionare e inoltre non volevo che spendesse così tanti soldi, visto che la dottoressa non era per niente economica!

Così, sono andata in un negozio di medicina cinese (che avevo già testato), mi sono fatta consigliare la cura adatta a base di erbe e le ho mandato per posta queste compresse. La cura

sarebbe dovuta durare un mese; il medico mi ha detto che il ciclo sarebbe tornato, ma dipendeva molto anche dalle persone e sicuramente avrebbe influito molto anche lo stress.

Io, nel frattempo, ogni volta che ripensavo al problema cercavo di ripulirmi. Una volta finita la cura, finalmente le è tornato il ciclo!

Alcuni di voi potranno pensare che è stato un miracolo; altri invece che si sia trattato solo

di una coincidenza e altri, invece, che le compresse hanno funzionato.

Non c’è niente di male, qualunque sia la vostra scelta. Ma, mentre decidiamo a cosa preferiamo credere, cosa è più giusto per noi, continuiamo a ripulirci… ci farà comunque bene!

Il mese successivo ricordo invece che, al giorno stabilito, non le erano ancora tornate.

Ho cercato di ripulirmi il più possibile finché, dopo una settimana, mi è arrivato un messaggio che diceva: Oh ma lo sai che alla fine mi sono tornate?

Non potete immaginare quanto mi sia sentita grata e contenta in quel momento!

Sapevo che per lei aveva rappresentato un enorme problema, e il fatto che nel frattempo

stessi anche lavorando sulle memorie che avevo condiviso mi faceva sentire meglio.

Ancora una volta, qualcuno potrà pensare che si tratti un miracolo, mentre invece altri diranno che è solo questione di fortuna. Non importa, ma visto che sono consapevole che

ripulendoci avremmo tutti una visione migliore delle cose, voglio ripetere il mantra ancora

una volta: Mi dispiace, Ti prego perdonami, Grazie,Ti amo.

Nei mesi successivi, per lei è tornato tutto regolare; era andata a fare una visita dalla

ginecologa che, molto sorpresa, aveva riscontrato dei miglioramenti anche per il problema

alle ovaie.

E volete sapere la cosa più entusiasmante? Avevo lavorato su di me anche per il fatto che non riuscisse a trovare un lavoro; d’altra parte era un’esperienza che avevo condiviso, me

aveva parlato e mi aveva reso partecipe, quindi io avevo contribuito a creare la sua situazione.

Dopo un po’ di tempo hanno iniziato a chiamarla per fare dei colloqui e da poco ha iniziato

un lavoro in una buona azienda.

Questo è stato l’ennesimo miracolo che si è presentato. Non è detto però che io sia completamente ripulita da queste credenze, perché dovete sapere che quando usiamo Ho’oponopono non siamo noi a decidere cosa cancellare, ma il divino, che sa cosa siamo

pronti a lasciare andare in quel momento.

Quello che so però è che, se dovessero tornare pensieri negativi, potrò ripulirmi e lavorarci

ancora per farli sparire completamente.