HO’OPONOPONO ITALIA

Ciao! Sono l’Ansia.

CIAO! SONO L’ANSIA

Sono ansia, non aver paura … Vengo in pace, comunque, perché sei così spaventato in mia presenza?

Voglio dire, so che ti senti orribile ogni volta che appaio, che ti disperi e vuoi mandarmi in via, so che se potessi … mi uccideresti, soprattutto perché pensi che io sia quello che vuole ucciderti o ferirti, ma credimi, se non ti ho ucciso, non lo farò.

Non sono qui per ferirti, tanto meno per farti impazzire, penso di averlo già dimostrato ogni volta che arrivo al tuo corpo, mi rilasso e ti spavento, ma alla fine della giornata … non ti ho ucciso, non sei tornato pazzo.

La verità è che mi presento e ti faccio sentire tutto questo perché non ero riuscito a trovare un altro modo per farmi sentire per te, eri così impegnato a cercare di avere successo, ad essere produttivo e per mostrare agli altri che sei degno di essere amato … che non hai ascoltato i miei piccoli segni.

Ricordi quella volta che ti ha fatto venire il mal di testa? O quando hai sofferto di insonnia per più di 2 ore? O che ne dici di quella volta che per nessun motivo apparente hai iniziato a piangere?

Beh, tutte quelle volte sono stato io a cercare di farti ascoltare me, ma non l’hai fatto, hai continuato con il tuo ritmo di vita, hai continuato con lo stesso modo di pensare …e ancora non mi hai ascoltato, allora ho fatto qualcosa di più duro, ti ho fatto tappare le orecchie, ti ho fatto sudare, ti ho fatto muovere gli occhi senza ragione … ma non hai voluto ascoltarmi.

Anche se qui tra di noi, sappiamo entrambi che hai sentito la mia presenza, ecco perché quando sei rimasto calmo … o era ora di stare da solo con te stesso, da solo … hai iniziato a innervosirti, come se qualcosa ti impedisse di stare fermo.

Eri disperato, perché “non capivi” con la tua mente razionale cosa stava succedendo e, naturalmente, con la tua mente razionale non avresti capito me.Ecco perché ho rinunciato e ho deciso di scriverti.

E mi congratulo con te se stai leggendo quello che dico, perché vuol dire che hai già il coraggio di ascoltarmi, e credimi, nessuno sa meglio di me della tua grande capacità di evitarmi e scappare, fuggendo da me come fuggiresti dal mostro nella foresta oscura.

Come quelle volte in cui mi eviti e ti distrai guardando per ore la televisione, vivendo la vita di altre persone che nemmeno conosci per non affrontare la tua che non ti piace.

O che ne dici di quelle volte in cui con un paio di cubetti di ghiaccio sei riuscito a intorpidire i nervi e l’irrequietezza; E per non parlare di quelle altre sostanze che, oltre a farti venire sonno, scappano da questa realtà che non vuoi affrontare.

Ma!!! spero che ora tu sia pronto o pronta ad affrontare la tua realtà e finalmente ad ascoltarmi. Spero che tu sia pronto e pronta ad affrontare la verità della tua vita e di te stesso così com’è, senza maschere, senza scorciatoie … senza pretese. Quindi qui le cose vanno come stanno.

L’unica cosa che ho cercato di dirti per tutto questo tempo è che … è ora di evolversi, devi farlo, non c’è altro modo.

Devi creare cambiamenti molto profondi dentro di te, perché per qualche motivo, non ti stai davvero godendo la vita e non ti senti completo. Questo è il motivo per cui sono qui, per aiutarti a ritrovare quella pienezza che vive dentro di te, e per raggiungere questo obiettivo, dovrai sbarazzarti di ciò che ti impedisce di contattarlo.

Sono qui per aiutarti a vedere esattamente cosa ti impedisce di trovare il  significato della vita, la tua passione per la vita, la tua gioia e il tuo vero sé che è la tua essenza.

Ogni volta che appaio nella tua vita, sarà perché tu stesso non ti sei reso conto di non essere pieno e felice, quindi se appaio di nuovo, non aver paura … meglio ringraziarmi che sono arrivato e ascoltami.

E se mi ascolti davvero, non ci vorrà molto per fare i cambiamenti che devi fare nella tua vita, li farai immediatamente, ovviamente, che se vuoi davvero sentirti di nuovo bene, tutto dipende da quanto tu vuoi. E so che lo fai, ma allo stesso tempo so che vuoi continuare nella tua comodità e nella tua comodità vivendo con “il conosciuto”, anche se quel conosciuto ti fa male.

Preferisci continuare a cercare l’approvazione e l’accettazione degli altri, facendo tutto il possibile per attirare la loro attenzione; cercare sicurezza in altre persone tranne che in te stesso; Preferisci che gli altri siano responsabili della tua persona piuttosto che te stesso, e ovviamente, ti capisco, vorremmo tutti tornare alla pancia di nostra madre e non preoccuparci di tutto.

Ma … ho una notizia per te, solo inserendo un temazcal puoi avvicinarti a quell’esperienza. Nel frattempo … devi presumere di essere responsabile di te stesso e che solo tu potrai ascoltarmi, e quando mi ascolti e vedo che mi hai già ascoltato, credimi che me ne andrò. Solo tu puoi farmi andare via.

E questo è qualcosa di molto importante che voglio dirti, me ne andrò davvero non appena vedrò che stai apportando quei cambiamenti nella tua vita, quando vedrò che sei sulla buona strada per la tua evoluzione e che sei disposto a fare crescere e riprendersi. Finché non lo fai … Continuerò qui.

In conclusione, se sono qui oggi, è perché hai bisogno di me.

Hai bisogno che modifichi il tuo modo di interpretare la tua realtà, che lascia che te lo dica che è un po’ distorta. Devi sbarazzarti delle convinzioni che non ti aiutano e che ti limitano; devi perdonare tutta quella rabbia che offri ai tuoi cari e riguadagnare la tua libertà interiore.

E soprattutto, hai bisogno che fai quello che ti piace nella vita, per essere te stesso e perdere la paura del rifiuto o dell’abbandono da parte degli altri.

Hai bisogno che metti dei limiti alle persone che ti feriscono; in modo che ti aggrappi al coraggio e impari a dire “No”; in modo che tu smetta di mendicare l’amore con coloro che non ti meritano; in modo che tu smetta di dipendere dall’esistenza del tuo partner per essere felice; in modo che una volta per tutte … prenditi cura del tuo corpo!

In quale altro modo avresti prestato attenzione al tuo corpo? Voglio dire, probabilmente in molti modi, ma questo funziona. Devi dargli il cibo di cui ha bisogno, smetterla di criticare il tuo fisico e ringraziarlo per quello che ti dà; fallo sudare e muoviti, mantieni aggiornati i tuoi ormoni e ottieni le ore di cui hai bisogno per dormire.

Perché ti tratti male? Perché pretendi così tanto da te stesso? Non capisco perché lo fai … se hai tutto, sei tutto, hai tutta la capacità di cui hai bisogno per creare la tua realtà, ma ti tratti come il tuo schiavo, sei troppo severo con te stesso… e io sono qui per chiederti di smetterla.

Quindi sai … se vuoi davvero che me ne vada, prendi il timone di te stesso, chiediti cosa hai fatto che ti ha portato fuori dal tuo equilibrio interiore. Chiediti davvero come vuoi vivere e fluire per quella vita, è la tua vita, e solo tu puoi decidere al riguardo … se agli altri non piace, è perché li stai sfidando e prima o poi lo faranno, ti seguiranno, e se no … avranno un’altra possibilità, dagli una possibilità.

L’unico controllo che puoi prendere è quello di te stesso, ma per riconquistarlo dovrai accettare di averlo perso, e che mi lasci esprimere me stesso, che esco a dirtelo con tutti quegli orribili sintomi che ho inventato per dirti qualcosa di molto chiaro, ma se mi reprimi e ti distrai ogni volta che arrivo … non potrò parlarti e verrò più forte.

Quindi la prossima volta che mi senti arrivare, fermati, chiudi gli occhi … lasciati sentire tutto quello che sto dicendo, spegni per un momento la tua mente razionale, lasciati andare … e capiscimi.

Quindi inizia il cambiamento nella tua vita con azioni chiare e specifiche, e in meno di quanto tu lo sappia, me ne andrò.

Spero di non dover venire molte altre volte nella tua vita, ma se lo faccio … ricorda che non voglio ferirti, voglio aiutarti a ritrovare il tuo percorso di evoluzione, il percorso che se lo prendi, ti renderà molto felice.

E per finire, spero che tu possa vedermi per quello che sono: la tua essenza.

Io stesso sto urlando disperatamente per favore ascoltami.

Quindi ciao, io sono te, che ti parlo dal profondo del tuo cuore, toccandolo disperatamente perché tu mi presti attenzione, quello che senti non è tachicardia, sono io, la tua essenza, che vuole uscire da lì.

Con amore, la tua essenza mascherata da ansia.

V.A

2 risposte a “Ciao! Sono l’Ansia.”

  1. Silvia ha detto:

    Grazie cara Vanina, i tuoi scritto sono utilissimi . Ti auguro una buona e serena gionata,
    Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *